Noi crediamo nella libertà e nella democrazia


Lo scorso sabato, insieme a Frau Baraldi, referente per la secondaria dei rapporti con l’ANPI e accompagnati dai proff. Faccio, Marzona e Pfeiffer, abbiamo partecipato alla commemorazione per i caduti della resistenza. Siamo stati invitati dalla sezione ANPI di Pagnacco e dal Comune. 

Alcuni dei nostri docenti hanno introdotto il tema nei giorni precedenti, facendoci conoscere per esempio la figura e la vicenda di un nostro coetaneo, Gino Sant (nome di battaglia “Belpasso”), che purtroppo ha perso la vita a soli 13 anni nel tentativo ostinato di prestare il suo servizio alla causa della liberazione dal nazifascismo,  nonostante la sua giovanissima età.

I rappresentanti del Comune, dott.ssa Biason, così come quelli dell’ANPI di Pagnacco, sig. Peressotti e di Udine, dott.ssa Lestani, hanno sottolineato il grande valore della causa della resistenza, al di là delle differenze ideologiche, per la realizzazione della nostra Costituzione e per costruzione di un futuro fondato sui valori della libertà e della democrazia. Da quando la Costituzione italiana è entrata in vigore, noi crediamo di aver messo al sicuro il nostro sistema democratico. Dobbiamo comprendere invece che esso non rappresenta un valore assoluto, ma un processo per cui occorre continuamente lottare affinché non crolli. Per questo ricordare è importante. 

Un Paese senza memoria storica è un paese destinato alla disumanizzazione, un Paese che dimentica il passato non può costruire il suo futuro.  Noi siamo ancora molto giovani, ma è importante che impariamo da subito a difendere valori irrinunciabili, come quelli della difesa dei diritti umani, che non sono purtroppo così scontati, se davvero non vogliamo che momenti bui per la democrazia possano ripresentarsi. Facciamolo ogni giorno!

 I ragazzi delle classi 3B e 3C

resistenza pagnacco