Movimento in musica


"MOVIMENTO IN MUSICA"....PER CRESCERE E APPRENDERE DIVERTENDOSI

 Dal mese di novembre, in intersezione per il gruppo dei medi e dei grandi, ha preso avvio il progetto “Movimento in musica” svolto dall’insegnante Cozzi Stefania esperta esterna di educazione motoria e finanziato dall’associazione Mangiare Sano per Crescere Sano. Il progetto si propone di agevolare i bambini nella presa di coscienza delle proprie possibilità e capacità attraverso l’esperienza gioco con il proprio corpo, con l’attrezzatura didattica, con la musica e il ritmo, in modo gioioso, divertente, gratificante. Tutto ciò per contribuire alla maturazione complessiva del bambino, potenziare l’autonomia e l’autostima; promuovere la presa di coscienza del valore del proprio corpo, sviluppando l’identità; favorire l’interazione positiva con i compagni, la collaborazione, la socializzazione. Le prime esperienze motorie svolte in palestra hanno suscitato in tutti i bambini molto entusiasmo, partecipano volentieri hai giochi di ascolto, attenzione, concentrazione rivolti all’esecuzione di consegne motorie precise.

All’interno dell’attività a partire dal mese di febbraio, verrà attuato il progetto “primo sport 0246” in collaborazione con il Centro di Ricerca sullo Sviluppo Motorio nell’Infanzia 0-6 anni dell’Università di Verona diretto dal Prof. Fumagalli e con il coordinamento della Prof.ssa Tortella dell’Università di Bolzano, finalizzato alla promozione dello sviluppo motorio e cognitivo dei bambini. Lo sviluppo integrale del bambino è qui considerato alla luce delle evidenze prodotte dalla ricerca scientifica internazionale; queste nuove conoscenze modificano il modo di vedere lo sviluppo e, di conseguenza, chiedono un importante cambiamento nel modus operandi dell’adulto, e dell’insegnante in particolare, nei confronti del bambino. Il primo livello si basa sullo studio e l’applicazione del primo manuale, “Favorire la pratica dell’attività motoria da 3 a 6 anni”, da cui le insegnanti traggono spunto per progettare, realizzare e monitorare unità di apprendimento capaci di promuovere lo sviluppo motorio nell’infanzia e di soddisfare le raccomandazioni dell’OMS e delle maggiori società scientifiche internazionali sul tema dell’attività motoria come stile di vita per la promozione della salute.