Anziani e bambini, un binomio suggestivo, carico di significato sociale


Oggi, 18 dicembre 2019, i bambini delle classi quarte hanno fatto visita alla residenza per anziani Zaffiro di Martignacco, per portare un caloroso saluto natalizio.
Bambini e anziani hanno indubbiamente qualcosa in comune, qualcosa che permette loro di “riconoscersi” e di stare bene insieme.
Ed è stato un binomio vincente, stamattina, l’incontro fra queste due stagioni della vita.
I nostri bambini hanno offerto le parole in rima di due filastrocche, un canto ed una danza friulana, regalando, alla fine di questo appuntamento, un presente preparato con le loro mani.
Il ruolo dei nonni, come ascoltatori, ruolo complementare a quello dei genitori, ha creato accoglienza ma soprattutto è stato un regalo prezioso come i silenzi pieni di parole che si accordano con il cuore.
É stato uno scambiarsi doni come in una grandissima famiglia sotto l’albero di Natale: i nonni ci hanno regalato una strofa di “Jingle bells” ed un pezzetto della “Montanara”.
É stata grande poi l’emozione della condivisione del canto, tutti insieme, “Tu scendi dalle stelle” accompagnati da  frizzanti accordi di una chitarra.
Un grande coro ha fatto vibrare lo stesso strumento: il corpo, e con la voce e il sentimento è stato possibile l’incontro tra due età, passato e futuro.
Abbiamo notato volti commossi sia anziani che giovani, a prova che la risonanza emotiva non ha età.
É stato bello. Ma bello davvero, in maniera semplice, come direbbe un bambino piccolo: “bello” per dire un tutto sorridente e come direbbe un anziano “biel” per definire una grande ammirazione emozionale.

Zaffiro Martignacco